Prodotti riciclati che vivono una seconda vita

By | 19 febbraio 2015

Prolungare il ciclo di vita delle diverse materie prime per ridurre l’Impoverimento materie prime naturali.

Progettare un prodotto che utilizzi sostanze naturali.

Utilizzare sostanze naturali permette di riprodurle con le coltivazioni e con la riforestazione. Usare materie derivate dal petrolio come la plastica impoverisce le materie prime disponibili rovinando l’ambiente rendendolo meno sostenibile.

Quindi progettare prodotti con l’ottica di  rigenerare le sostanze utilizzate permette un economia eco-sostenibile.

 

Prodotti riciclati che vivono una seconda vita 
Sempre più aziende propongono prodotti fabbricati con materiali rielaborati e riciclati. In questo modo l’unico consumo è l’energia senza impoverire l’ambiente di materie prime ed evitando l’uso delle discariche e degli inceneritori. Esempi possono essere la “plastica seconda vita”, la “carta riciclata” ed il recupero di “pneumatici fuori uso”.

 

Prodotti  riciclabili per dare una seconda vita
Se un prodotto deve necessariamente utilizzare materie prime vergini (prima vita) per motivi tecnici e commerciali, la via della eco-sostenibilità è di renderli comunque riciclabili per dare origine a prodotti diversi ma costituiti da materiale riciclato.

 

Se tutto quanto scritto sopra non è realizzabile per migliorare comunque la eco sostenibilità bisogna almeno perseguire una delle seguenti strade:
“Filiera corta” – come diminuire l’impatto della logistica sull’ambiente
Utilizzare prodotti a km zero

“Filiera chiusa” per garantire tutto il ciclo di vita del prodotto tendendo a una vita infinita
Utilizzare prodotti di cui si conosce perfettamente tutta la storia

Certificazione energetica A+ – come risparmiare consumi energetici utilizzando tecnologie comuni
Progettare la lavastoviglie che utilizza acqua calda riscaldata dalla caldaia a gas metano delle abitazioni invece di accendere le resistenze elettriche dell’elettrodomestico.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *